LA RUOTA DEI COLORI COMPLEMENTARI

IMPARIAMO A MESCOLARE I COLORI PRIMARI TRA DI LORO

La ruota dei colori secondo M. Wilcox

Nell’articolo precedente abbiamo appreso che ogni colore è un mix di tutti i colori dello spettro (rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, indaco e violetto). Non esiste il rosso puro, ma può esserci un rosso aranciato oppure un rosso violaceo. Il rosso cadmio infatti, riflette principalmente il rosso, poi l’arancione e in maniera sempre minore tutti gli altri colori dello spettro. Il magenta, invece, riflette maggiormente il rosso e il viola, poi via via tutti gli altri colori.

Osservando la ruota dei colori complementari di M. Wilcox notiamo che l’arancione per eccellenza si ottiene mescolando il giallo aranciato (Giallo Cadmio) con il rosso aranciato (Rosso Cadmio). Perché non il Giallo Limone con il Magenta, i due primari “tradizionali”?
Perché solo il giallo cadmio e il rosso cadmio riflettono, come secondo colore dello spettro, l’arancione, quindi la somma dei due non potrà che rinforzare la quantità di arancione riflessa ai nostri occhi.

Come otteniamo allora un bel viola brillante? Non dobbiamo che mescolare un blu violaceo (es. blu oltremare) con un rosso violaceo (es magenta).

Ti chiederai, ma come faccio a riconoscere la sfumatura violacea nei blu e nei rossi?

E’ questione di occhio! Ti consiglio quest’esercizio veloce: prendi un foglio e dipingi delle macchie di colore con tutti i rossi che hai nella tua palette, poi osservali bene. Sicuramente noterai che qualcuno di questi ti darà una sensazione di caldo (come il rosso cadmio o il rosso inglese) mentre gli altri ti sembreranno più freddi, violacei appunto (ruby red, rosso alizarina, magenta..)

Questi mix sono solo l’inizio! Prova infatti a mescolare colori non vicini tra di loro: ad esempio il rosso aranciato con il blu violaceo o con il blu verdastro. Otterrai decine e decine di diverse tonalità!

Le ultime 150 pagine del libro Blue and Yellow don’t make Green mostrano quanto in là ci possiamo spingere con i mix di colori! Io te lo consiglio vivamente, è un must nella libreria di ogni artista!

Ora tocca a te, fai delle prove e torna a dirmi se senti ancora il bisogno di comprare altre tonalità 😉

4 Comments
Meno recenti
Più recenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Stefania Binni
Stefania Binni
10 mesi fa

Grazie Maddalena queste spiegazioni sono sempre così chiare, mi hai aperto un mondo… cercherò di comprare il libro anche se il mio inglese è pessimo ma anche solo le tue spiegazioni sono tantissimo!!!❤️

Fabbri Serena Elisa
Fabbri Serena Elisa
10 mesi fa

bellissimo e molto interessante anche questo articolo Madalina mi immergero’ in questo bellissimo libro grazie mille per la condivisione di tutte queste piccole ma importanti perle.